IL PROGETTO MAITE

CHI SIAMO

L’Associazione Culturale Maite nasce nel 2010 dalla volontà di un gruppo di amici di proporre alla città di Bergamo eventi culturali, sociali, musicali, teatrali ed enogastronomici.

La prima sede dell’Associazione ha coinciso con il circolo per i propri associati sito in via del Lazzaretto,e la struttura si è affiliata da subito ad ARCI condividendone mission e alcuni degli ideali di fondo. Durante i primi tre anni dell’attività maite si è fatta conoscere dalla città per la qualità delle proposte i soci di maite sono infatti aumentati in maniera esponenziale: dal piccolo nucleo fondate oggi sono diverse centinaia.

Il progetto, visto la sua proposta di programmazione molto articolata ha assunto un carattere intergenerazionale raccogliendo sia soci giovani (che utilizzano lo spazio come aula studio), sia soci meno giovani (che utilizzano lo spazio come luogo di aggregazione nella sua concezione piú classica).

Maite pur avendo delle radici solide che la contraddistinguono cerca di interpretare  i bisogni, accogliere le novità e gli stimoli, di chi la “abita”; è destinata quindi a modificarsi ulteriormente.

La vecchia sede ha fatto  da trampolino alle attività dell’associazione maite dal 2010 al 2013 e vista la fortuita occasione della disponibilità di una porzione di stabile in quello che era un vecchio e storico forno di una nota famiglia di panificatori nel cuore del centro storico di bergamo, in città alta, con tutte le ipotesi e le emozioni che ciò provocò in ognuno di noi è venuta naturale e inebriante la scelta del trasloco e l’apertura nel nuovo spazio.

Nella nuova sede di vicolo san t agata 6 si é proseguito con la strada tracciata nei primi anni di vita dell associazione.

Il circolo maite, senza mai perdere la connotazione associativa che lo contraddistingue, continua a proporre attività culturali rivolte alla città (musica, teatro, presentazioni, corsi), implementandole con ulteriori e nuove collaborazioni di realtà già presenti sul territorio “cittaltino” e non.

Da “Ora d’aria” a “Exsa project”

Una scommessa che non si preannunciava facile fin dalle prime battute è oggi motivo di orgoglio per noi tutti: aver restituito alla città l’ex carcere di s agata da lungo tempo abbandonato a se stesso e inutilizzato.

Leggi qui il progetto in corso.

La gestione (ovvero come ti affronto l’attività quotidiana): 
l’organizzazione tecnica e quotidiana è affidata al gruppo di gestione, formato dai soci del collettivo che hanno il tempo e la disponibilità per dedicarsi a tutti gli aspetti organizzativi del funzionamento del circolo.

I meccanismi di gestione e di decisione del progetto Maite furono impostati da un iniziale nucleo di amici, ma successivamente si sono arricchiti delle diverse esperienze delle persone avvicendatesi e avvicinatesi nel tempo.

Periodicamente si riunisce il Consiglio Direttivo.
 Eletto ogni tre anni dall’Assemblea dei soci è il gruppo di soci che più frequentemente si incontra per prendere decisioni urgenti, vagliare domande di nuovi associati, far fronte alle emergenze, ha il compito anche di condividere il calendario e progettare eventuali collaborazioni; nonché valutare i risultati degli eventi passati e le proposte di quelli futuri. Almeno una assemblea generale annuale dei soci dell’associazione vaglia, discute ed infine ratifica decisioni generali e linee guida

La programmazione culturale è tra le anime principali del progetto Maite, questa è affidata ai soci che desiderano farne parte.

La condizione è condividere e appoggiare il progetto, essere affidabili, considerare il contesto e le questioni logistiche, una condotta e un portamento stilistico e politico che stia nel quadro generale. Competenze e conoscenze specifiche, non sono condizioni richieste mentre la disponibilità a confrontarsi e a condividere saperi si.

Seppure i nostri ambiti siano percepiti giustamente come culturali e ludici siamo sempre attenti alle tematiche fondanti la Costituzione Italiana nata dalla Liberazione dal nazifascismo, all’ecologia, all’etica, alle dinamiche di Bergamo e del territorio in cui si vive, ma anche a tutte le nuove problematiche e questioni nuove e del nostro tempo.

Maite – Bergamo Alta Social Club