ExSA – Ex Carcere Sant’Agata

Grazie alla lungimiranza e al coraggio del Comune di Bergamo, degli Assessori e degli Uffici Tecnici e all’impegno dell’Associazione Maite, attraverso il “Regolamento per la Collaborazione tra Cittadini Attivi e l’Amministrazione per la Cura e la Rigenerazione dei Beni Comuni Urbani”, ExSA – Ex Carcere di Sant’Agata diventa un punto di incontro e di riferimento per il quartiere nonché luogo di vivacità culturale per Bergamo.

In accordo con il progetto di “Valorizzazione del Complesso storico dell’Ex Carcere di Sant’Agata” presentato nel dicembre 2016 dal Comune di Bergamo, ExSA – Ex Carcere di Sant’Agata viene recuperato e riconsegnato alla città. Il fine primario è trasformare un luogo di pena, oppressione e sofferenza, in luogo di possibilità, libertà e autonomia.

Riteniamo che ExSA – Ex Carcere di Sant’Agata, intesa come unione tra la rete sociale creatasi e gli spazi messi a disposizione dall’Amministrazione, sia un bene comune per la nostra città, uno spazio in divenire che è contenitore e incubatore di cultura ed idee, dove possono svilupparsi molteplici azioni e proposte arricchenti per la vita culturale, artistica e sociale della nostra Città.

Uno spazio ricco di storia, dismesso e chiuso da trent’anni, viene da noi riaperto tramite un’intensa attività sociale, accompagnata da decine di concerti, spettacoli teatrali, visite guidate e mostre.

Un luogo aperto a tutti e tutte, dove portare avanti ogni giorno valori e progetti che siano portavoce di un cambiamento positivo e all’avanguardia del mondo che ci circonda.

Attraverso e grazie alla partecipazione attiva della cittadinanza, che negli anni ha supportato l’attività di ExSA – Ex Carcere di Sant’Agata, elaboriamo progetti trasversali che intercettano i molteplici interessi dei singoli riuscendo a sviluppare una rete capillare che comprende gruppi eterogenei intergenerazionali. Questo ha fatto si che attorno ad ExSA – Ex Carcere di Sant’Agata si sia sviluppata una rete virtuosa di singoli cittadini, Enti e Associazioni che hanno attivamente collaborato alla rinascita e riscoperta del complesso.

Gli spazi di ExSA – Ex Carcere di Sant’Agata sono intrisi di storia, ma il disuso trentennale ha lasciato tracce evidenti. Maite porta avanti un processo di recupero per parti dell’edificio: sistema alcuni spazi per renderli accoglienti e sicuri, ma ne lascia altri nelle condizioni in cui sono, a testimonianza di un passato, di storie umane che hanno vissuto tra quelle mura.